Violenza

Art. 612 bis C.P. “Salvo che il fatto costituisca più grave reato, è punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni chiunque, con condotte reiterate, minaccia o molesta taluno in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o di paura ovvero...

Nel periodo adolescenziale le ragioni delle azioni criminali sono spesso dettate da una sub-etica riconosciuta  e rispettata nella cultura sociale dell’adolescente. Il bisogno di riconoscimento e di accettazione, il riscatto e la protezione della propria immagine diventano allo stesso tempo i motivi di presa di...

Il comportamento criminale è uno dei tanti modi di agire nella società e si differenzia dagli altri sia per le conseguenze a cui tali azioni espongono, sia perché viene messo in atto nonostante violi specifiche norme penali e regole sociali, per il quale il sistema...

“Criminal Minds”, “Profiling”, “Nella mente del serial killer” sono solo alcuni dei titoli di film e serie TV tra i più seguiti al mondo e tanto successo è dovuto alla passione (a volte un po’ morbosa) che il pubblico mostra per una specifica categoria di...

Negli ultimi anni abbiamo assistito al proliferare dei casi di omicidio seriale, soprattutto in alcune zone del mondo come i Paesi dell’ex blocco sovietico, il Sudafrica e l’Australia. Ma siamo sicuri che quest’aumento esponenziale sia dovuto a un reale aumento di omicidi seriali e non...

Art. 564 c.p. Capo II Libro II: “Incesto. Chiunque, in modo che ne derivi pubblico scandalo, commette incesto con un discendente o un ascendente, o con un affine in linea retta, ovvero con una sorella o un fratello, è punito con la reclusione da uno a...

La fotografia del fenomeno “violenza” nel contesto italiano, realizzata dall’Istat nel 2007, mostra come 6.743.000 sono le donne tra i 16 e i 70 anni vittime di violenza fisica e/o sessuale nel corso della loro vita; 7.134.000 sono quelle che hanno subito o subiscono violenza...