Detrazioni fiscali

Con riferimento alla Circolare N. 20 del 13/5/2011  dell’Agenzia delle Entrate, le prestazioni cliniche erogate da psicologi e psicoterapeuti sono detraibili nella Dichiarazione dei Redditi (Modello 730 o Modello Unico Persone Fisiche) dei pazienti come, a tutti gli effetti, prestazioni medico/sanitarie.

Di seguito, l’elenco delle prestazioni detraibili che vengono inserite nella descrizione della fattura sanitaria:

 

  • Colloqui psicologici, consulenza e/o sostegno psicologico
  • psicoterapia individuale, di coppia, di famiglia, di gruppo
  • Psicodiagnosi
  • Certificazione e relazione di trattamento
  • Analisi, definizione e stesura di relazione psicologico-clinica
  • Attività di prevenzione

NON rientrano invece le Consulenze Tecniche di Parte e le Perizie, in quanto attività forensi e quindi soggette all’applicazione dell’IVA.

 

Da quanto sopra esposto, è chiaro come non sia necessario indicare la sola psicoterapia per ottenere la detrazione, ma in fattura si può indicare la reale attività svolta. La prestazione psicologica è detraibile dal cittadino anche senza passare da una precedente prescrizione medica, ovvero viene riconosciuta piena autonomia e rilevanza sociale allo psicologo.

Infine, ma non meno importante, dal 2017 è direttamente lo psicologo a inserire nel Sistema TS le fatture sanitarie detraibili del paziente. Il consenso viene fornito al momento della firma del Modello Psy19 (Modulistica unica per la prestazione professionale psicologica) al primo incontro.

.